Un nuovo progetto di cultura civile, centrato su un nucleo di idee e proposte organizzate in un manifesto fondativo,  è stato presentato il 21 maggio scorso a Milano, in Corso Matteotti, presso l’auditorium del collegio San Carlo. 

L’iniziativa è stata illustrata a una platea di circa 80 persone, che hanno partecipato con  grande attenzione all’evento. 

Momento clou della serata, la relazione di Giuseppe Polistena, filosofo e preside del polo scolastico A. Manzoni di Milano. Il professor Polistena ha affrontato il tema, molto attuale, della crisi  del sistema politico italiano, mettendone in luce quelle che appaiono sempre più come vere e proprie disfunzioni, se non addirittura “patologie”. Il filosofo ha individuato nelle “forme” della politica e nei processi a esse legate i principali fattori di crisi della democrazia italiana, con conseguente perdita di credibilità dei partiti.

Il progetto prevede, appunto,  una serie di riforme, sia dei partiti che delle istituzioni.  Alcune, come il ridimensionamento degli apparati, sono già presenti nell’agenda politica, ma la maggior parte (citiamo, sempre a titolo di esempio, il “rispetto del mandato” ricevuto dagli elettori o la “riforma” dei partiti stessi) risultano del tutto innovative e assenti dal dibattito politico. In questo senso,  si propongono come un’inesplorata chiave di lettura della crisi della nostra democrazia e come una sua possibile soluzione, proiettandosi in un orizzonte temporale più ampio dell’immediato presente.

Grande importanza viene inoltre conferita  alla formazione e allo sviluppo di una coscienza civica, nonché all’autoformazione da parte degli aderenti al progetto, con l’obiettivo, tra l’altro, di mettere a punto linguaggi accessibili  e in grado di divulgare il messaggio riformista nei suoi variegati aspetti e piani di lettura.

Numerose le domande poste dal pubblico presente ai fautori dell’iniziativa, la quale, tra l’altro, favorendo la discussione tra i cittadini, intende porsi come associazione culturale e laboratorio di idee.  Idee per la politica da  proporre e discutere,  sia in occasione di manifestazioni pubbliche, sia con attività in rete.

Molte le adesioni  al manifesto fondativo. Il nome del neonato progetto,  Le Forme della Politica, è stato scelto al termine della serata dai partecipanti  all’interno di una rosa di nomi preselezionati dai promotori. Documenti e file audio scaricabili su questa iniziativa sono reperibili in questo sito (www.leformedellapolitica.it).

Il prossimo  appuntamento è per il 4 Giugno, alle h. 18, presso l’Aula Magna del polo scolastico Manzoni (via G.Deledda, 11 – Milano).
Tema dell’incontro:  “Forme e Riforme – Idee per una nuova politica“.
Interverranno: Umberto Vincenti, giurista e preside di facoltà a Padova, autore de “La Repubblica Virtuosa”, ed. B. Mondadori,  Ugo Genesio presidente onorario di Cassazione, blogger ed editorialista di temi politici,  Fausto Capelli, giurista, avvocato ed esperto di diritto italiano e comunitario.